Mamma mia che giornatina....

Publié le par Vale

Beh avete presente quando l'altro giorno dicevo che ci sono quelle giornate piene di buone notizie, di avvenimenti positivi ecc.ecc.???'
Beh mi sono dimenticata di dire, per contro, che ci sono anche quelle in cui te ne succede una dietro l'altra...

Allora, cominciamo da ieri mattina...me ne sto qui buona buonina in ufficio, quasi ora di pranzo, quando sento un ronzio molto forte...zzzzzzzz......mi guardo in giro...e non vedo niente. Vado avanti con il mio lavoro. Dopo un po'...zzzzzzz....e niente....comincio a insospettirmi perché lo sanno tutti che ho una paura bestia di api, vespe e altri insetti strani, mi viene subito la pelle d'oca!!! zzzzzzzzz insomma mi alzo e comincio a guardarmi intorno....e niente.....rimango in piedi e decido di stare lì finchè non sentirò da dove proviene (oh sembravo una pazza isterica terrorizzata!!!). zzzzzz preso! Il rumore proviene dal mio poster incorniciato del concerto dei Nomadi (non che sia una fan, ma lo organizzammo noi anni fa eheheh).
Provo a muovere un po' la cornice ed esce una vespona, di quelle brutte lunghe lunghe brrrrrrr mi vengono ancora i brividi. Era ora di andare a casa quindi ho preso la borsa al volo e mi sono fiondata dal boss a dirgli che entro le 15.00 doveva togliermi il nido da dietro il quadro o non mi sarei presentata al pomeriggio. Problema risolto.

Nel pomeriggio, alle 16.15 avevo appuntamento con il mio medico per farmi fare il certificato per la palestra. Ora, questo nuovo medico slavo molto cordiale e simpatico, ce l'ho solo da pochi mesi, da quando il mio storico è andato in pensione. Lui riceve solo su appuntamento...e fa anche degli orari belli ma in questi giorni era pienissimo quindi mi è toccato per forza accettare e andarmene dall'ufficio nel pieno del pomeriggio. Allora, giustamente alle 15.45 mi avvio perché parcheggiare in centro è una cosa praticamente impossibile...provo però a fare un giretto e trovo subito parcheggio proprio lì vicino. Così sono arrivata mezz'ora in anticipo e lui era ovviamente in ritardo!!!
Piccola premessa: si era trasferito proprio ieri, in un nuovo ambulatorio in un palazzo molto vecchio appena rifatto, in una mansarda. Beh mi ritrovo in una sala d'attesa senza nemmeno una finestra, che sa di nuovo, e due velux CHIUSE....un forno allucinante. Comincio a farmi aria con i vari depliant per anziani.
Insomma arriva il mio turno verso le 16.30, entro e mi dice...ah lei è venuta per le orecchie!!!!!!! E io: no, guardi oggi vado di fretta mi serve un certificato, ma le prometto che tornerò settimana prossima! E lui insiste per darmi comunque un'occhiata...e va beh! Poi consulta il suo pc e mi dice: ah ma lei ha problemi di colite cronica come va? come va? E io: eh va come al solito. Ma conosco il mio problema, non si preoccupi. Al che mi chiede che certificato mi serve...e io: per la palestra. E lui: e cosa fai in palestra?....grrrrrrrrrrr è vero che mi sono sempre lamentata che il medico di prima si preoccupava troppo poco, ma questo è eternooooo vuole sempre sapere vita, morte e miracoli!!!
Al che mi fa: sta bene vero? Non ha problemi particolari? Come dire: non serve che ti visito vero? Basta che mi paghi!!!! Vede che lo sto guardando un po' scocciata e mi misura la pressione. Al che gli dico che il cuore è a posto, essendo stata ricoverata diverse volte e avendo fatto diversi ECG. Non l'avessi mai detto!!!! Ha voluto sapere perché ero stata all'ospedale, quando, per cosa ecc. ecc. accidenti a me!!!!!!!!
Infine mi guarda con aria colpevole e mi fa: ma lo sa che questi certificati sono a pagamento vero? Ma vaaaa???????? Ladri! Ladri! Ladri! (e non ti visitano nemmeno!). Insomma mi spilla ben 35 euri (per la serie in farmacia la pressione te la misurano con 3 euro...). Va beh esco felice e contenta (il mio capo un po' meno) con il mio certificato...così alla sera posso già andare a iscrivermi senza perdere mezz'ora il giorno dopo!

Già che ci sono vado nella farmacia di fronte. Consegno la mia ricetta datata 8 giugno, la farmacista mi guarda e mi dice: Mio Dio ma è vecchissima!!!! Faccio due conti....non siamo ancora all'8 settembre...al che mi viene riferito che per quel tipo di farmaci (che poi voglio dire mica era Valium, una cosa molto + leggera), le ricette non durano + 3 mesi ma uno soltanto.
Al che le spiego che sono APPENA uscita dall'ambulatorio e che non ho nessuna intenzione di tornarci e la supplico di vendermi almeno una confezione della mia "droga" eheheheheh e la convinco!

Finalmente torno in ufficio e comincio a fare le mie cose. Dopo un'oretta sto frugando nella borsa e penso: voglio proprio vedere che cosa ci scrivono su sto certificato per farselo pagare così tanto.
Mi scappa l'occhio....NOOOOOOOOOOOOOOOOOO non mi ha fatto il certificato a nome di mia mamma??? Giuro l'avrei amazzato! E giuro, il mio medico mi piace molto, ma è un po' svampito!!!!!
Allora lo chiamo al cellulare e gli dico di rifarmelo che sarei passata questa mattina alle 9 a prenderlo (e lui ovviamente è arrivato alle 9.20 ma lasciamo perdere che è meglio....)!!!!

Ok finito di lavorare esco e vado in centro in un negozio a cercare un regalo....ovviamente trovo TUTTI i modelli tranne quello che cerco io e me ne vado, sconsolata.
E lì mi viene in mente di telefonare a mio cognato. In pratica venerdì mia sorella compie gli anni...io e Cristian abbiamo girato un po' di negozi e l'unico "indumento" carino che abbiamo trovato (giuro tutte robe strane o brutte) è stato un maglioncino normalissimo della Sisley viola. Lo compriamo, e decidiamo poi di cercare qualcosa d'altro da aggiungere. Insomma allora telefono a mio cognato per chiedere qualche consiglio e cosa scopro? Che lo stesso giorno sono andati alla Sisley e lei si è comprata LO STESSO MAGLIONCINO (anche dello stesso colore)...giuro che mi veniva da piangere....e il bello è che mio cognato mi raccontava che la M non c'era e la commessa gli ha detto: aspetti che vado di là a prenderla perché l'ho appena venduta a una ragazza....che ero io :( grrrrrrrrrrrrrrrrrrrrr

Ragazzi che giornatina....giuro che sarebbe da andare a letto e restarci...oggi è andata un po' meglio.
Ah approposito, sono sopravvissuta al primo giorno di palestra (ah anche se ho fulminato entrambi i phon degli spogliatoi ahahahahhaahhahahhhhhaah)

Basta chiudo che sto delirando, sarà l'astinenza da ricamo!

Alla prossima!

Publié dans chiacchiere

Commenter cet article